Cavitazione

Cavitazione

Il trattamento


La cavitazione medica è un trattamento non chirurgico e non invasivo, finalizzato a ridurre lo spessore delle adiposità localizzate attraverso l’utilizzo di ultrasuoni a bassa frequenza. Essa rappresenta una valida alternativa non invasiva alla liposuzione. La liposuzione è stata, fino ad oggi, l’unica soluzione possibile per l’eliminazione definitiva del  tessuto adiposo localizzato, in quanto permette di aspirare gli eccessi di grasso dai punti critici mediante una cannula collegata ad uno speciale macchinario di aspirazione. Essa, tuttavia, è a tutti gli effetti un intervento chirurgico, che talvolta può essere sconsigliato o non desiderato dalla paziente. Grazie alla cavitazione medica è oggi possibile il rimodellamento corporeo non chirurgico, basato su un sistema ad ultrasuoni progettato per fare "implodere", e successivamente eliminare, le cellule adipose. Al pari della liposuzione, la cavitazione medica può dare risultati definitivi, a patto che vengano rispettate le indicazioni mediche e che la paziente osservi una corretta alimentazione abbinata a uno stile di vita attivo.

Come si svolge una seduta?


Tramite un macchinario brevettato, dotato di uno speciale manipolo, vengono convogliati all'interno della massa grassa sottocutanea ultrasuoni a bassa frequenza, dotati di particolari ed opportune caratteristiche, che inducono fenomeni termici, meccanici e di "cavitazione":  

  • L'effetto termico aumenta la microcircolazione e il volume delle cellule adipose.
  • L'effetto meccanico si espleta attraverso micro-oscillazioni verso zone con pressione minore, e variazioni della permeabilità della membrana delle cellule di grasso.
  • L'effetto di cavitazione provoca, infine, la formazione di microbolle all'interno degli adipociti, che implodendo distruggono la membrana cellulare e favorendo  la fuoriuscita degli acidi grassi (trigliceridi), che, attraverso le vie linfatiche arrivano al fegato, che li metabolizza come qualsiasi grasso alimentare.

Oltre all'effetto principale, di lipolisi, il trattamento di cavitazione ha come risultato immediato la distensione di cute e tessuti, grazie al riscaldamento prodotto dagli ultrasuoni, che raggiungendo il derma e il sottocute favorisce la contrazione e il compattamento del collagene e la formazione di nuovo collagene (rivitalizzazione della pelle). La perdita di centimetri si accompagnerà perciò a un visibile miglioramento dell’aspetto cutaneo che, dopo ogni trattamento, sarà più tonico ed elastico. Come già ricordato, le cellule adipose distrutte dalla cavitazione liberano scorie di grasso, che l’organismo dovrà eliminare. Per favorire questo processo, e consentire un minore impatto sul metabolismo, l'apparecchio per cavitazione medica è dotato di un altro speciale manipolo, che ha la funzione di  favorire l'apertura delle stazioni linfatiche ed effettuare un massaggio linfodrenante.

È un trattamento sicuro?


La cavitazione medica è un trattamento sicuro, non invasivo, e privo di effetti collaterali solo se usato correttamente e preceduto da un consulto medico, in quanto vi sono aree che non possono essere trattate (come la testa, il collo, l’addome in direzione delle ovaie, ecc.) e  controindicazioni specifiche, che solo il medico può stabilire. È opportuno precisare che gli apparecchi medicali brevettati per la cavitazione non sono paragonabili a quelli presenti nei centri estetici, che dichiarano di basarsi sullo stesso principio. Gli apparecchi estetici, infatti, emettono semplicemente ultrasuoni a bassa frequenza, producendo una ridottissima percentuale di cellule cavitate, e quindi sono utili solo a diminuire, in maniera temporanea, la ritenzione idrica e la quantità di liquidi interstiziali, conferendo alla zona trattata un miglioramento estetico che però non è legato alla riduzione delle cellule adipose.

È ovvio che non potrebbe essere altrimenti, in quanto  le cellule di grasso, una volta implose per effetto della cavitazione medica, devono essere assorbite dal sistema linfatico ed eliminate attraverso il metabolismo. Un fenomeno che deve avvenire sotto il controllo medico e presenta specifiche controindicazioni che non potrebbero essere gestite da personale addetto a trattamenti estetici. La cavitazione medica può prevedere, infine, l’infiltrazione nel tessuto adiposo di soluzione fisiologica e lidocaina o di farmaci lipolitici e lidocaina, al fine di potenziare l’effetto lipolitico, procedure ovviamente riservate a personale medico. Durante il ciclo di trattamenti è opportuno di bere almeno 1,5 litri di acqua oligominerale al giorno,seguire una dieta leggermente ipocalorica, e svolgere attività fisica leggera, ma costante. Può essere utile utilizzare una guaina compressiva, a eventuale rilascio di sostanze drenanti, per favorire la circolazione linfatica.

I risultati sono definitivi?


La cavitazione è una valida alternativa non chirurgica per il rimodellamento corporeo, è basata su un sistema ad ultrasuoni progettato per fare "implodere", e successivamente eliminare, le cellule adipose, senza necessità di un accesso chirurgico. Al pari della liposuzione, la cavitazione medica può dare risultati definitivi, a patto che vengano rispettate le indicazioni mediche e che la paziente osservi un attento stile di vita e una corretta alimentazione. La sua efficacia, dipende dalla capacità del macchinario di promuovere la formazione e la successiva implosione di microbolle all'interno delle cellule adipocitiche. Questa prerogativa appartiene esclusivamente ai migliori apparecchi medicali, mentre le apparecchiature estetiche e/o low cost immesse sul mercato per soddisfare il boom delle richieste hanno frequenze e potenze di emissione non idonee per indurre la cavitazione. Per raggiungere risultati ottimali è necessario attenersi scrupolosamente alle indicazioni mediche durante l’intero ciclo di trattamenti (comprendente, normalmente da 10 a 15 sedute svolte una volta al mese, di durata variabile dai 30 ai 90 minuti). Una alimentazione sregolata, la mancanza di attività fisica e alcune patologie possono, infatti, compromettere nel tempo il risultato più brillante. Nel caso della cavitazione, è sempre possibile programmare sedute di mantenimento per allontanare questa eventualità.

Vuoi maggiori informazioni su questo trattamento?


Contattami qui

Inserisci senza impegno i tuoi dati con un recapito email o telefonico e risponderò alle tue domande.

(*) Dati obbligatori

Trattamenti


Medicina Estetica

Dietologia